Percorso Formativo

percorso formativo

Percorso formativo

Riteniamo che nel nostro percorso formativo, per accrescere la capacità dei professionisti di affrontare le richieste di aiuto all’interno delle radici sociali / culturali / relazionali dei beneficiari, sia necessario fornire gli strumenti necessari per leggere la complessità della situazione lavorativa e familiare, anche attraverso la comprensione, che va oltre la semplice fornitura di servizi di assistenza familiare. Possiamo raggiungere questo obiettivo progettando, testando e condividendo metodi pedagogici innovativi di orientamento delle donne, attraverso i partner di JUMP, per affrontare le questioni relative alle pratiche genitoriali, all’inclusione relazionale, all’occupabilità. I nostri moduli di formazione puntano a sviluppare metodologie di sostegno e migliorare le competenze professionali, per responsabilizzare le madri vulnerabili su specifiche sfide, in particolare quelle relative all’equilibrio lavoro-famiglia ed alla partecipazione al mercato del lavoro, testando le strategie e fornendo indicazioni a un gruppo selezionato di madri a basso reddito e scarsamente qualificate.

I booklet del percorso formativo

La proposta formativa è presentata e organizzata nei 4 booklet destinati ai trainer, offrendo elementi per approfondire le singole tematiche (capitolo 3), con modalità e strumenti per sperimentarle attraverso il lavoro in gruppo (capitolo 4), creando così un percorso formativo modulare e flessibile composto da 5 incontri.

La metodologia

La metodologia proposta è di tipo partecipativo e attivo, e si basa sullo stimolo da parte dei trainer a far emergere le esperienze e le riflessioni delle partecipanti, valorizzandole e proiettandole in una logica di attivazione e progettualità, il tutto in un clima di confronto e ascolto non giudicante.

Il gruppo del percorso formativo

Attraverso il gruppo, si supera il modello dell’esclusiva presa in carico individuale dell’utenza. Il gruppo, infatti, attivato con questa metodologia, è una dimensione che:

  • accoglie;
  • aiuta a ridimensionare le ansie e le difficoltà;
  • favorisce il confronto instaurando un rapporto paritario di apertura e di fiducia, che permette la condivisione di vissuti problematici e l’espressione di opinioni;
  • gestisce gli eventuali conflitti riportando ai valori di conoscenza e rispetto reciproco;
  • stimola l’attivazione personale;
  • favorisce l’allargamento delle proprie rappresentazioni;

Il percorso formativo sarà suddiviso in 4 moduli di formazione:

1 – conciliazione e valorizzazione delle reti di prossimità;  

2 – ruolo genitoriale su background socio-economico, migrazione e multiculturalità;  

3 – sviluppo delle soft skill;  

4 – welfare: politiche e strumenti di conciliazione;

Al momento degli incontri, saranno disponibili i materiali di lavoro, la bibliografia completa e la sitografia.

Seguici anche su Facebook: https://www.facebook.com/JumpProjectEu


ENGLISH

Training

We think that to increase social professionals’ capacity to frame help’s requests within beneficiaries’ social/cultural/relational roots we need to provide the tools necessary to read the complexity of women work-family balance situation, also through an understanding of conciliation that goes beyond the mere provision of family care services. We can achieve this goal by designing, testing and sharing innovative pedagogical methods of women guidance and empowerment across the JUMP partners, to tackle the issues related to parenthood practices, relational inclusion, employability. Our training modules are addressing social professionals to develop innovative methodologies of social support and to enhance their professional competences to empower vulnerable mothers on specific challenges (particularly those of work-family balance, labour market participation) testing the methodologies and by providing guidance to a selected group of low income – low skilled mothers.

Training Booklets

The training proposal is presented and organized in the 4 booklets for trainers, offering elements to deepen the individual issues (chapter 3) with methods and instruments for implementing and experimenting them through group work (chapter 4), thus creating a flexible modular training path consisting of 5 meetings.

Methodology

The methodology proposed is participatory and active, based on the stimulus used by the trainers to bring out the experiences and reflections of the participants, by enhancing them and projecting them in a logic of activation and planning, all in a climate of non-judgmental confrontation and listening.

The group

For the participants, the exclusive model of the individual-taking-charge is overcome through the group. In fact, activated with this methodology, the group is a dimension that:

  • welcomes;
  • helps to reduce anxieties and difficulties;
  • encourages comparison by establishing a peer to peer relationship of openness and trust that allows the sharing of problematic experiences and the expression of opinions;
  • manages any conflicts by returning to the values of knowledge and mutual respect;
  • stimulates personal activation;
  • helps the broadening of their own representations;

The course will be divided into 4 main training modules:

1 – conciliation and enhancement of proximity networks;

2 – parenting role in social-economic background, migration and multiculturalism;

3 – development of soft skills;

4 – welfare: conciliation policies and instruments;

During the meetings, work materials and complete bibliography will be available.

Follow us on Facebook: https://www.facebook.com/JumpProjectEu